25 NOVEMBRE.

25 Novembre .
oggi è una giornata particolare in cui si deve ricordare di non fare del male alle donne.
Davvero triste che ci si debba affidare ad un giorno dell’anno per manifestare la disapprovazione per atti violenti verso le donne.
La violenza è frutto di ignoranza…
la violenza è frutto di arroganza…
la violenza è distruttiva
la violenza è coercitiva
la violenza è fisica
la violenza è verbale
la violenza è mentale
La violenza è di tanti tipi, ma soprattutto è una manipolazione costante che a volte non ti accorgi di vivere finché non ti guardi attorno e vedi che non hai diritto di parola e di scelta.
A volte quando alzi la testa e cerchi di ribellarti e di cambiare la tua vita vieni giudicata matta, esagerata, emotiva, capricciosa, o incapace di fare cose sensate.
La violenza è ovunque la può fare chiunque, la trovi in famiglia, tra amici, compagni, marito, fidanzato, padre, madre, colleghi di lavoro, preti, suore….
La violenza, se fosse facile prevederla, vivremmo in un mondo perfetto…
La violenza, se fosse facile debellarla dal cervello umano avremo risolto la totalità dei problemi del genere umano.
Chiedo a te donna di guardare la tua vita e di pensare se quello che stai vivendo è rispettoso per te.
Ti chiedo se quando ami ti ritorna amore oppure sputi, ceffoni, urla, insulti e umiliazioni perché questo amore non è.
Ti chiedo di trovare qualcuno con cui parlare.
Ti chiedo di non rinunciare a vivere i tuoi sogni e la tua bellezza per qualche stronzo arrogante e presuntuoso..
So che la società è deludente a volte maschilista
ma so che noi donne siamo forti e se imparassimo a fare squadra potremmo davvero vincere questi mostri.
ecco perché oggi scrivo questo…e mentre lo scrivo ci sono donne che anche oggi subiscono queste violenze; ed è ancora più triste che si usino come simbolo di questa giornata delle scarpette rosse. Le scarpette rosse dovrebbero portarci in luoghi meravigliosi e dovrebbero farci sentire bellissime e non ricordarci che molte di noi sono morte sotto la mano di persone orribili…Silvia.
www.tarocchidisilvia.it
(immagine presa dal web)

GIORNATA INTERNAZIONALE
per l’eliminazione della violenza contro le donne

Ma tu sei una sensitiva?


Ci sono due categorie di persone che arrivano a me: quelle che non mi conoscono, che chiamano e prenotano un appuntamento sulla base di un’impressione personale, concedendomi così massima fiducia e verso queste persone provo una immensa gratitudine; e le seconde che quando mi contattano chiedono informazioni e prima di concludere la telefonata mi dicono
” ma tu sei anche sensitiva?”!
Per la cronaca a questa domanda io rispondo sempre di NO!
Però mi chiedo chi è o cos’è un sensitivo?
Sul vocabolario c’è scritto
“sensitivo: relativo alla attività dei sensi!”
ecco…vuol dire tutto e anche niente e se ci pensiamo bene…a scuola insegnano che i sensi sono 5: olfatto, gusto, vista, udito, tatto. Sulla base pratica tutti o quasi abbiamo tali caratteristiche.
Io leggo “solamente” i Tarocchi e traduco il messaggio che loro mi mandano; forse dovrei esse chiamata traduttrice e lo faccio al meglio delle mie capacità e della mia sensibilità umana.
Ascolto e osservo e già nel modo in cui mi parlate capisco alcune cose, ma lascio alle persone che si rivolgono a me il tempo per rilassarsi ed aprirsi, perchè da una parte e’ già terapeutico il confronto con una persona nuova, e dall’altra più fiducia mi viene manifestata meglio lavoro sulle tematiche personali che mi sono proposte.
Io non posso convincere nessuno sulla mia sensitività, perchè prima deve nascere un rapporto di fiducia, e preferisco parlare di una scelta ad istinto: o Ti piaccio o no!
Ma ti chiedo, quando chiami un qualsiasi professionista perchè hai un urgenza, davvero gli chiedi: “Tu sai tagliare i capelli o tu sai fare il meccanico..?”
Rifletti un attimo..
e se a quella domanda io ti avessi detto si?? Cosa poteva cambiare nel mio consulto? O nel valore delle mie risposte? O peggio ancora cosa avrei dovuto indovinare?
Dedico molto tempo ad ascoltare e spiegare il perchè del dolore o delle tue situazioni; cerco di dare la fiducia nel futuro e di incoraggiare a risolvere il presente per un avvenire migliore. Cerco ti trovare le buone parole anche per i momenti difficili e desidero che il consulto, anche se può rivelare verità dolorose e scomode, possa essere fonte di benessere e sollievo e consapevolezza. Ecco non so se sono sensitiva, ma sicuramente cerco di essere umanamente delicata direi un pò sensibile a capire il dolore umano.
Non basta una parola per capire una professionalità e una competenza. A volte una parola è un etichetta ed un limite…ecco vi dico…fate attenzione perchè se non vuoi essere giudicato non giudicare.
Io leggo solo i Tarocchi e che tu possa pensare che io sia una sensitiva o banalmente una cartomante o una delle tante che girano in internet…non mi importa.
Però posso confessarti una cosa: quando io dico che NON sono una sensitiva e il cliente mi risponde che per il suo caso gli serve qualcuno un pò più competente io so già due cose: mi sono liberata di una persona che da sempre le colpe agli altri e mai a se stessa, e che neanche incontrando Nostradamus sarebbe soddisfatta. Quindi grazie a tutti quelli che provano le mie capacità e competenze ed in fiducia si lasciano leggere i Tarocchi; e grazie anche a chi prende altre strade.
Questa sono io, sceglietemi di istinto, che forse è l’ultima vera dote che tutti noi abbiamo..o vi piaccio o no…
Silvia.
www.tarocchidisilvia.it
info e contatto: 331 26 95 496

Silvia.

Perchè vai da una Cartomante?


Durante un consulto, che richiedi tu e quindi nessuno ti obbliga a fare, sentirmi dire “non dirmi robe brutte” oppure “non sono più andata da quella cartomante perchè mi ha detto una cosa che si è avverata e ci sono rimasta male” ha dell’assurdo!
Prima di spendere soldi inutilmente o di far perdere tempo alla gente che lavora, (in regola e con tutto il più grande rispetto delle problematiche altrui) ti chiedo: sei pronto a sentirti dire la verità? sei pronto ad analizzare prima di tutto te stesso?
Perchè le risposte che a volte non piacciono sono quelle più importanti da comprendere.
Un consulto SERVE come opportunità di crescita personale e non per farsi i fatti degli altri.
Ma criticare un’altra cartomante perchè ha detto la verità??!!. ..capisci che c è qualcosa che non va?
Fatti le domande giuste e cerca di essere un pò onesto con te stesso!
Valuta il modo, l’educazione e l’umanità con cui vieni trattato; queste sono cose giuste ed importanti; e capisco che qualche operatore a volte possa essere lapidario o magari pungente, fa parte del carattere di una persona, ma se non ti piace un operatore cambialo; ma chiediti anche se davvero è uno stronzo incompetente o SE quello che ti ha detto è doloroso sentirselo dire…perchè magari è la verità che cercavi ma che tu negavi a te stesso …
e credetemi , sentire la verità a volta fa male molto male!
Buona giornata anime in cammino!
Tarocchi di Silvia.

COS’E’ LA COPPIA?

L’ altro giorno mi è arrivata in studio questa giovane donna, sui 40 anni, bella ma spenta, triste e rassegnata.
Inizia dicendomi: ho fatto di tutto per lui: sono stata come lui voleva, ho accettato tutto i suoi hobby, i suoi amici; ho portato pazienza, ho fatto questo e quest’altro…e una miriade di altre osservazioni che volevano sottolineare l’impegno che lei ha messo nel cercare di tenere in piedi un rapporto un pò vacillante…
Beh bisogna dire che se fare di tutto equivale a cancellare le vostre esigenze, le vostre passioni, le vostre idee…ecco questa cosa non ha molto senso…anche perchè , se per accontentare l’altro, si negano i vostri interessi e bisogni…il problema non è l’altro ma siete voi…
Magari, intanto che leggete questo mio pensiero, voi donne direte che sono esagerata. Ma la verità è che, per accontentare l’altro, tutte noi rinunciamo a qualcosa di importante. Solo quando non ci sentiamo capite o valorizzate nonostante tutti gli adattamenti e le rinunce iniziamo a sentire il vuoto la solitudine, l’insoddisfazione e la pesantezza di un rapporto che non e’ poi così soddisfacente.
Vedete, adattarsi alla abitudini o passioni dell’altro non è sbagliato, ma questo adattamento deve essere reciproco…non può essere a senso unico.
Quando ci incontriamo e ci innamoriamo, portiamo con noi tutto un bagaglio di vita… formare una coppia significa migliore questo bagaglio, condividerlo equilibrarlo, non annullarlo.
Va tanto di moda dire che dobbiamo accettare l’altro; io direi di no!!
Perchè questo verbo mi sa di rassegnazione, di ambiguo, mi fa pensare che per accettare qualcosa, per forza qualcos’altro deve essere tolto o tagliato ….io direi piuttosto che è importante trovare una complementarietà,una collaborazione, una indiviualità finalizzata a rispettarsi e rispettare.
All’interno di una coppia le diversità possono renderci unici…mantenere un hobby personale,un gruppi di amici diverso, fare un corso, porta aria fresca alleggerisce dalla monotonia del quotidiano, stimola il cervello e regala argomenti nuovi.
Essere troppo accondiscendenti nuoce, ci spegne e ci fa perdere il nostro valore e la nostra sicurezza.

Non si deve fare tutto assieme,ma stare assieme significa volere il bene reciproco dell’ altro e mantenere vivi noi stessi. Quindi donne se, i vostri uomini vanno a vedere la partita o a giocare a calcetto, voi andate a ballare a fare un corso a fare due chiacchiere al bar; e se avete figli fate in modo di avere i vostri spazi dove possono anche loro, gli uomini, in qualità di padri, dedicare un paio d’ore alla prole.

Si inizia con mezz’ora,così tutti si abituano e vedrete che anche i padri coi figli possono essere bravissimi se glielo lasciate fare!!!
Se mai pretendete per voi stesse qualcosa, mai nessuno vi chiederà se avete bisogno di tempo o spazio.
Qui, sto parlando di donne che si annullano, non di uomini che le annullano; di donne che, arrivate alla vita di coppia, si lasciano cullare dalla consuetudine e dall’abitudine, e non investono in loro stesse perdendo la bellezza interiore ed esteriore.
Non trovo giusto colpevolizzare sempre l’uomo, a volte ci arrangiamo da sole a spegnerci e questo magari è il frutto di preconcetti un pò retrogradi che, senza accorgercene, diventano la nostra prigione. Non giudicatevi se avete bisogno o voglia di spazio, fatelo bene in modo armonioso un pò alla volta e anche la coppia ne avrà beneficio.

ARCANI MINORI

Denari, Bastoni, Spade, Coppe


Gli arcani minori si dividono in semi di quattro tipi Denari,Bastoni,Spade e Coppe.

I Tarocchi sono un mazzo di carte molto versatile, solitamente sono 78 lame, ma in alcuni casi e per una scelta intima del cartomante, si possono consultare o solo gli Arcani maggiori che sono in numero di 22, o solo gli Arcani minori 56; io preferisco il mazzo al completo.
Un mio maestro mi diceva che se fosse capitato per quache motivo di smarrire o dimenticarsi qualche arcano, il significato del consulto non sarebbe mutato; anzi quella condizione invitava a riflettere su certi inconvenienti interpretandoli come opportunità.
Le carte rispondono sempre e questa cosa l’ho capita bene non solo in linea teorica attraverso le esperienze come cartomante, ma anche come barista. Con la mia famiglia ho gestito per molti anni una Osteria tipica veneta e il gioco a carte era un passatempo comune…e io osservavo molto divertita e con interesse i giochi che facevano i miei clienti, perchè le carte in certi giorni raccontavano la loro vita e non era una giornata fortunata o sfortunata a seconda del modo in cui andava il gioco, ma era la loro vita che veniva giocata in quel momento e potevo leggere le liti con le mogli, con i figli e magari se un affare andava bene o male…Ovvio mi son sempre guardata di dirglielo…ma questo mi ha regalato un profondo studio sulla verità di questi giochi…che rivelano molto anche se non lo vogliamo o non lo sappiamo.
Il mazzo di carte trevigiane è composto solo da 40 carte eppure può svelare e raccontarci tutto; curioso ..VERO?
Gli arcani minori si dividono in semi di quattro tipi
Bastoni, coppe, spade, denari,
a questi simboli sono attribuiti colori, significati e qualità, riconducibili a molte discipline, ma la mia preferita rimane l’astrologia.
I Bastoni sono riconducibili all’elemento fuoco e la qualità che esprimono è di movimento e azione attiva. Solitamente invitano all’ azione. Alcuni attribuiscono un tempo primaverile ma dal mio punto di vista dipende molto dal contesto e dalle carte vicine.
Le Coppe sono riconducibili all’elemento acqua e parlano di sentimenti ed emozioni; per alcuni la stagione alla quale si riferiscono è l estate.
Le Spade elemento aria, pensieri intelletto e tutto ciò che è collegato al ragionamento; spesso si fa un riferimento al mondo della legge e in alcuni casi la stagione a cui si riferiscono è l’autunno.
Infine i denari sono elemento terra, arcani molto concreti riguardano le azioni materiali, i guadagni, in modo particolare ciò che è lavoro e finanze, stagione per alcune interpretazioni è l’inverno.
Ricordo che questo breve specchietto è davvero limitante, perché in una stesa reale i significati di queste Lame, spiegano molte cose e il loro significato si plasma a seconda dell’ argomento preso in esame…
Anche in questo caso le carte possono variare il loro significato se escono al dritto o al rovescio, pensate quindi alle infinite possibilità che questo mezzo ha per rispondere ai vostri quesiti.
Chiamami per un consulto professionale e riservato.
www.tarocchidisilvia.it

Riscontri di un consulto

Ho ricevuto questi messaggi da un cliente nuovo,che mi hanno fatto piacere ,non solo per la puntualità del consulto ma anche per altri motivi.
Il primo che quando ti arriva un cliente nuovo, così senza passa parola, senza agganci con tue vecchie conoscenze, ma solo perchè ha visto la tua pubblicità o il tuo sito e si è fidato è già di per se una bella sfida.
il secondo è che questo cliente è un uomo, e credetemi gli uomini raramente si affidano ad una cartomante….
Il terzo perchè durante la lettura fatta su una questione personale d’amore il consulto ha sì spiegato come potranno andare le cose e alcuni risvolti della situazione, ma ha anche evidenziato la possibilità di incontrare una persona nuova davvero interessante..

Credo che questo sia il bello della vita, e a volte anche il paradosso…stiamo male per una persona, perchè le incomprensioni ci hanno allontanato talmente tanto da non riuscire a comunicare,e non importa se il rapporto è appena iniziato o consolidato nel tempo…quando accadono certe situazioni si soffre e non si ha nè tempo nè voglia di pensare ad altro o di pensare ad un’altra storia..

e vi assicuro che questa persona tutto voleva sentirsi dire tranne che avrebbe potuto conoscere qualcun’altro,e , oltretutto,che non era poi così male quello che poteva accadere… 
ma qui ci mette lo zampino il destino o il caso chiamiamolo come vogliamo…
Ovvio la conoscenza non fa passare il mal d ‘amore…o le speranze..ma già il fatto che si prova piacere a parlare con una persona nuova…significa che la vita va avanti e non sempre decidiamo noi quando finire di aspettare l’altro.



Questo non significa che il sentimento che questo mio cliente prova per la sua fidanzata sia poco importante,anzi,ma tutto il dolore che si vive insegna molto e può anche far cambiare un individuo … Il confronto con il Nuovo ci permette di capire i nostri errori e se quel che si stava vivendo era davvero così speciale così unico…a volte accade che ci si accontenta,o si confonde l’attrazione sessuale con l’amore o peggio ancora che diamo per scontato l’altro e quindi si applicano atteggiamenti presuntuosi e poco rispettosi.
Tutte le esperienze che viviamo sono importanti…ogni amore è importante sia per il sentimento che abbiamo sperimentato sia per quello che abbiamo imparato…anche se una storia finisce..
Quindi non giudicatevi se all’improvviso mentre piangete per un amore perduto.. arriva qualcuno a farvi sorridere un po’…a volte il nuovo è più vicino di quello che pensate….
Buon viaggio Anime in cammino.
www.tarocchidisilvia.it

E a voi come piacciono le uova???…

E poi arriva la persona che dice” ma lui o lei era la mia metà, senza questa persona mi manca qualcosa, non mi sento completo”…

Per carità nulla da dire sulla profondità di un sentimento e soprattutto, nessun commento in merito al dolore che si prova per la fine di un rapporto…ma se, dopo diversi anni, si rimpiange la stessa persona e si rimane fermi nella convinzione di aver perso la propria metà per sempre, ecco a me viene il dubbio che non abbiate elaborato onestamente questo dolore, e ritengo anche poco sano questo modo di pensare, perché vi legittima alla passività nei confronti della vostra vita.

Pensate : se la cosi’ detta “Vostra Metà” se ne fosse andata proprio a causa di questa metà che vi manca ora come allora.???..

Che cosa ti piace fare? Mi piace….

Perdonatemi, ma non è giusto che l’altro sia così importante da essere quello che vi definiva…
Noi dovremmo essere completi da soli.
Noi dovremmo avere spazi, passioni e gusti personali.
A tal proposito vorrei proporvi la visione di un film : ” Se scappi ti sposo” dove , ‘Ike’ il protagonista chiede a ‘Maggie’ come preferisca mangiare le uova.
Lei non risponde a questo banalissimo quesito, ma non si rende nemmeno conto della profondità di questa osservazione..
Solamente verso la conclusione del film lei lei comprenderà la profondità di questo quesito…ecco vi consiglio di vederlo..

E a voi come piacciono le uova???…

Iniziate da qui… cucinatevi delle uova e poi provate molto altro , non c’ è errore nel provare a definire i propri gusti, ad osare anche solo per poter dire che una cosa non vi piace davvero e non per sentito dire..
provate a trovare la vostra completezza, la vostra solidità. Provate a bastare a voi stessi, provate a stare bene con voi e così, vedrete, che la prossima volta che incontrerete una persona potrete davvero camminare nella stessa direzione, senza appesantire il percorso di nessuno, provando il sano piacere di stare assieme. Buon cammino. Silvia.

Amore uguale a dolore?

 

Le donne e i dolori d’Amore!

Parlo con molte donne e l’argomento che va per la maggiore e’ L’Amore ed i dolori ad esso collegati…
Capita: l’incomprensione e’ umana! Ci mancherebbe..
Non capisco pero’ il masochismo costante di certe donne,che si rivolgono ai miei Tarocchi, nel giustificare atteggiamenti malsani in rapporti che fanno acqua da tutte le parti…
L’amore non può avere constanti patimenti, dolori, offese ed umiliazioni, non puo’ imporre il divieto di parlare con un’amica o un’amico o in casi estremi di scegliere tra i figli, (soprattutto per donne separate) e l’uomo in questione…

L’ amore e’ Grande…
Noi donne possiamo avere posto nel nostro cuore per tutte le sfaccettature di esso..possiamo e sappiamo essere Madri, Mogli, Amanti e Amiche… Rinunciare anche ad solo uno di questi ruoli ci snatura…

 

VORREI DIRVI :

se un uomo mette dei limiti a questa vostra capacità di espressione fermatevi e pensate:ne vale davvero la pena? mi serve un’amore così castrante e pieno di ricatti psicologici?”

 

Se state vivendo una storia così cercate di capire che non siete voi il problema nella relazione, ma piuttosto il problema è l’Altro, che per sentirsi forte, unico e amato…vi limita…vi critica…vi isola.. e molto altro!
Vi ripeto che l’ Amore per concetto non è limitazione ma espansione, accoglienza, accudimento, rispetto.

Non esiste il principe azzurro che ci salva…dobbiamo salvarci da sole…!

Buon cammino.Tarocchi di Silvia.

Posso fare un investimento?

Diventerò ricco???

 

PPremettendo che nel mio lavoro di cartomante ogni domanda è lecita e la mia osservazione di oggi non vuole essere una polemica,anzi Vi ringrazio per tutta la fiducia che mi date, ma faccio una semplice considerazione,sperando che possa essere d’ aiuto a qualcuno.Vi chiedo quindi di fare molta attenzione perchè a volte serve un consulto, ma altre volte serve solo un pò di buon senso.

Quando chiedete alla Cartomante se potete investire in azioni, o qualsiasi altra cosa legata al mondo della finanza tipo cripto valuta (per citarne una qualsiasi,non per giudizio personale) , ma il responso non vi piace …per cortesia …le cose da fare sono (se il buon senso non vi accompagna): valutate il vostro eventuale passato da investitori, la quantità di denaro da investire (magari non tutti i risparmi); e fate anche le giuste considerazioni rispetto a chi vi propone l’investimento.

Poi si sa che di questi tempi, con le notizie di fallimenti ed imbrogli da tutte le parti, è legittimo che ci venga qualche dubbio.
Ma se gia’ in partenza chiedete ai miei Tarocchi se ci sarà fortuna per l’investimento da fare ed il responso è negativo, io davvero non rischierei.

Ogni consulto e’ unico e fatto sulla persona; ciò non significa che il responso dato per un’individuo sia la regola per un’ altro. Per fare un semplice esempio, potrebbe darsi che l’investimento per voi non si riveli positivo; non perche’ non sia un valido progetto in generale, ma piuttosto perchè il tempo del contratto e’ troppo lungo per voi, e le carte vedono la necessità di avere a portata di mano la liquidità che voi desiderate investire.

 

 

Ecco, se proprio la spiegazione della Cartomante non vi basta e volete diventare ricchi, vi suggerisco di fare una valutazione personale tipo un Piano Natale  individuale e vedere dove si trovano il vostro Giove, la vostra Venere e il vostro Saturno, giusto così da non sprecare il vostro denaro…! Perche’ si dice “che non accade nulla quaggiù che non sia destinato da lassù”!

Sottolineo, che studiando in questo caso l’Astrologia ho potuto riscontrare come tutto sia deciso dalle stelle; ma anche se per altri si tratta di semplice destino, o di fato, o del caso o altri ancora la definiscono una  “questione di Cu@@”;  ecco la cosa più importante (che vi chiedo) è di non perdere il buon senso… chi promette troppi guadagni facili, chi regala qualsiasi prodotto ha un’ intento nascosto e sicuramente non è la vostra fortuna, ma la loro!

Ricordati: quanto qualcosa ti viene data gratis, il prodotto sei tu!

Buon viaggio Anime in cammino. Silvia.

 

Il segno zodiacale quanto conta??!!

 

Ma il segno zodiacale quanto conta? 

Mi capita, ultimamente, di sentirmi dire troppo spesso: “ma lui e’ del Toro, o del Leone, o della Vergine… e so come lo devo prendere!”

Se fosse proprio così, perchè chiedere un consulto? Ma soprattutto, un segno zodiacale è davvero sufficiente per conoscere in profondità una persona?? Certo, ci sono peculiarità zodiacali; poi, pero’, abbiamo la nostra unicita’ data dal contesto, dal vissuto personale e soprattutto dalla maturita’ spirituale di ognuno di noi…quindi vi esorto a non cadere nella trappola della troppa banalità …ma piuttosto chiedetevi se a voi piacerebbe essere banalizzate con frasi come:” le donne sono tutte facili”, oppure “alle donne interessano solo i soldi” ecc… Non credo proprio!

In ogni caso, visto che per alcuni la regola del segno zodiacale è una verità assoluta pensate che anche voi avete un vostro segno zodiacale, e dunque sicuramente portate con voi il difetto legato al segno. E magari, a ben rifletterci, il problema e’ proprio quello del vostro segno e non quello legato al segno zodiacale dell’altra persona!

Buon cammino Anime.Silvia.
Info 331/2695496
www.tarocchidisilvia.it